Lasagne di Farro, Porri e Pomodorini secchi

Quando ci si avvicina, per necessità o per scelta ad un tipo di alimentazione priva di prodotti di origine animale noi italiani pensiamo subito che sia davvero troppo difficile rinunciare alla nostra amata tradizione culinaria.

Possiamo però avvicinarci gradualmente ad un’alimentazione più corretta e più rispettosa dell’ambiente, magari modificando le vecchie, calde e confortevoli ricette della nonna.

Col tempo scopriremo che oltre alle lasagne c’è di più e che un’alimentazione a base vegetale è davvero varia, colorata e gustosa, oltre che sana e ricca di tutti i nutrienti che ci servono.

Inoltre, scopriremo che moltissime ricette tipiche della nostra tradizione sono davvero sanissime. D’altronde siamo i depositari di una delle culture culinarie più varie e sane: la dieta mediterranea.

lasagna teglia

Bisogna però informarsi bene su quale sia la vera cucina mediterranea, cosa, cioè, davvero mangiavano i nostri avi e lo stile di vita che tenevano. Le lasagne, infatti, venivano mangiate ben di rado: la carne era un bene di lusso che solo pochi e poche volte all’anno si potevano gustare.

Quella di oggi, mi spiace disilludervi, non è più la vera dieta mediterranea di cui parlava il famoso medico americano Ancel Keys nel 1945.

La dieta tipica mediterranea era, infatti, costruita da legumi e cereali, con moltissime verdure, pesce e carne solo di rado. E le porzioni non erano davvero molto abbondanti.

Inoltre non dovete dimenticare il fatto che la gente dell’epoca si muoveva moltissimo: camminava, lavorava duramente, andava a letto presto e si alzava presto la mattina. A casa, mentre cenava, aveva il conforto vero e caldo della famiglia e della fede, non l’ipnotizzante scemo di una televisione.

Ma sono la prima a rendermi conto che i nostri cibi dell’infanzia ci danno un senso di sicurezza, di calore, una serenità che può venire solo dal soddisfacimento del palato.

Perché allora non rendere completamente vegetale un piatto della nostra meravigliosa tradizione? In questo modo ce lo potremo concedere più spesso e renderemo felici grandi e piccini!

lasagna con posate e tovagliolo

 

Difficoltà: media

Preparazione: 20 min

Cottura: tot. 1 e ½

 

 
INGREDIENTI

per una teglia

PREPARAZIONE
·      600 g pomodori freschi e 5 secchi, tagliati a tocchetti

·      un grosso porro o due piccoli

·      mezzo bicchiere di vino bianco

·      due cucchiaini abbondanti di dado vegetale in polvere

·      8 cucchiai di olio extravergine di oliva (in aggiunta anche un cucchiaio di ghi, facoltativo)

·      100 g di granulare di soia

·      200 dl di acqua

·      sale integrale

·      noce moscata

·      mezzo litro di latte di soia non zuccherato

·      60 g di farina integrale di farro

·      500 g di lasagne di farro integrali

·      due bicchieri di brodo vegetale (o acqua bollita con un cucchiaino di dado vegetale)

·      due cucchiai di lievito alimentare in fiocchi

 

1.   cuocere il granulare di soia nell’acqua facendola bollire per 10 min

2.   tagliare finemente il porro e farlo soffriggere in un poco di olio o nel ghi

3.   aggiungere il granulare di soia ormai ammollato, bagnare di vino e farlo insaporire per cinque minuti a fuoco medio, o comunque sino a che non diventi quasi croccante

4.   aggiungere due cucchiaini di dado vegetale in polvere, tre cucchiai di olio e il pomodoro

5.   far sobbollire a fuoco basso per 50 min

6.   preparare la besciamella: riscaldare il latte con un pizzico di noce moscata. In un padellino antiaderente unire tre cucchiai di olio e la farina e mescolare bene.

7.   porre sul fuoco e dorare leggermente per due minuti.

8.   aggiungere al composto il latte caldo poco alla volta, continuando a mescolare.

9.   cuocere per cinque minuti circa, fino a che la besciamella non abbia raggiunto la consistenza e aggiustare di sale

10.                 BIMBY: mettere tutti gli ingredienti per la besciamella nel boccale e cuocere a 90°C per 7 minuti a velocità 4

11.                 Unire il sugo di ragù alla besciamella

12.                 In una teglia fare uno strato leggero di sugo, uno di lasagne (non cotte!), uno di sugo un po’ piu abbondante, uno di lasagne, ancora uno di sugo ed eventualmente ancora uno di lasagne ed uno di sugo.

13.                 Bagnare con il brodo, in modo che la pasta delle lasagne cuocia bene e assorba l’acqua.

14.                 Spolverare la superficie con il lievito alimentare e se si desidera con un filo di olio

15.                 Coprire la teglia con carta da forno (io evito sempre di usare l’alluminio ed in particolare in questo caso che sarebbe a contatto con sostanze acide come il pomodoro!) e infornare in forno già caldo a 180 gradi per 20 minuti

16.                 Togliere la carta e proseguire la cottura per altri 15 minuti circa

17.                 Se la pasta è secca aggiungere un altro mezzo bicchiere di brodo ben caldo, altrimenti, se è troppo liquida continuare la cottura sino al raggiungimento della consistenza desiderata

18.                 Io vi consiglio di lasciarle leggermente morbide, in quanto la pasta continuerà ad assorbire acqua anche a cottura ultimata.

 

 

lasagna piatto

lasagna con posate