Il rito dell’olio

il rito dell'olio

So bene che c’è qualcuno che non ama le citazione del Piccolo Principe, cosi banali e comuni, facili e infantili.

Ma io adoro il Piccolo Prinicipe proprio perché è cosi semplice, cosi dolce e comune. L’ho amato sin dalla prima lettura, in lingua originale, con la mia Suor Ferrantina ed anche lei, donna di grandissima cultura, lo amava molto.

Mi piacerebbe che questo libro fosse un po’ come le mie ricette: semplici e adatte a tutti, persino ai bambini e portatori di messaggi più profondi: il Piccolo Principe di insegnamenti di vita, le mie ricette di insegnamenti sulla salute.

Che cos’e’ un rito?” disse il piccolo principe.
“Anche questa e’ una cosa da tempo dimenticata”, disse la volpe.”E’ quello che fa un giorno diverso dagli altri giorni, un’ora dalle altre ore. C’e’ un rito, per esempio, presso i miei cacciatori. Il giovedi ballano con le ragazze del villaggio. Allora il giovedi e’ un giorno meraviglioso! Io mi spingo sino alla vigna. Se i cacciatori ballassero in un giorno qualsiasi, i giorni si assomiglierebbero tutti, e non avrei mai vacanza”. Da “Il Piccolo Principe” di Saint Exupéry

Ne sono sempre più convinta: i RITI ci salveranno! Siete un po’ giù di corda e l’energia vi manca, siete sbatacchiati qua e là dagli impegni della vita e non riuscite a ritagliarvi uno spazio per voi, un momento per centrarvi, per capire cosa volete, dove siete?

I riti vi salveranno, ve lo assicuro.

Io, personalmente, cerco sempre di svegliarmi un po’ presto, la mattina, e di seguire un rituale che mi sono creata, per ritornare bambina, ascoltare i suoni che arrivano da fuori con stupore ed i sapori con ingenuità. Basta mezz’ora, sarà la vostra mezz’ora di bellezza.

Mi alzo, mi lavo i denti e il viso, bevo un bicchiere di acqua tiepida alcalinasmile_drop (non uso il limone perché tutti i giorni rovinerebbe lo smalto dei miei denti, a cui tengo moltissimo!) mentre guardo fuori dalla finestra, stendo il mio tappetino per lo yoga e, in samasthiti, inizio a concentrarmi sul respiro, lungo, uguale in entrata ed in uscita, solo dal naso.

Poi è il momento del saluto al sole, mi bastano dieci minuti se non ho più tempo a disposizione, o sono stata pigra e non mi sono svegliata presto, seguito da cinque minuti di pranayama, che sono esercizi di respirazione che mi ricaricano immediatamente! Di seguito mi prendo anche qualche minuto per non fare nulla, per rimanere immobile e ascoltare.

Metto via il tappetino e mi preparo il mio cappuccino di the macha: una delizia antiossidante!

Ma è la sera, dopo una lunga giornata, che arriva uno dei momenti più rilassanti: è quello che io chiamo “il rito dell’olio”. Mutuato pari pari dagli insegnamenti dell’ayurveda, il rito di cospargere il corpo di olio è una delle scoperte più piacevoli degli ultimi anni.

Mentre preparate la vasca da bagno con acqua ben calda, cospargetevi il corpo con questo olio, preziosissimo e profumato.

Iniziate dal cuoio capelluto se decidete di lavarvi la testa, poi passate al viso, al collo, alle spalle e arrivate sino ai piedi senza dimenticare nemmeno un millimetro di pelle. Soffermatevi un po’ a massaggiare i piedi, magari sedendovi sopra un asciugamano.

Con attenzione, stando ben attenti a non scivolare, immergetevi per 5 minuti nell’acqua calda. Una volta usciti asciugatevi bene con un telo, tamponando l’olio in eccesso. A contatto con il calore, infatti, la pelle assorbirà l’olio che necessita. In commercio potete trovare degli oli ayurvedici già pronti miscelati con erbe e sostanze adatte al vostro dosha o alle vostre necessità.

Questo, invece, potete prepararlo da soli miscelando gli oli che preferite o utilizzando quelli della ricetta.

Noterete subito come l’abbronzatura duri più a lungo! Inoltre vi laverete con l’olio, non avrete bisogno di detergenti aggressivi e di costose creme. Ritorniamo alla natura!

Servono:

200 g di olio di sesamo bio spremuto a freddo

100 g di olio di girasole bio spremuto a freddo non deodorato

50 g di olio di avocado bio

30 g di olio extravergine di oliva 

20 gocce di olio essenziale di vaniglia

20 gocce di olio essenziale di rosmarino

20 gocce di olio essenziale di lavanda

Miscelate gli ingredienti insieme e godetevela!

Attenzione: non si scherza con gli oli essenziali. Se siete in gravidanza o avete delle allergie verso questi componenti non utilizzateli! La pelle è un organo e come tale assorbe tutto ciò che noi mettiamo a contatto con essa. Come gli oli essenziali hanno spiccate proprietà benefiche cosi anche per certi soggetti possono essere dannosi.